image_pdfimage_print

Camera di commercio e industria dell’Estonia

La Camera di commercio e industria dell’Estonia (ECCI) è un’organizzazione non governativa, con adesione volontaria e rappresenta il mondo degli affari. In generale la ECCI rappresenta e tutela gli interessi degli operatori estoni nella società e nei rapporti tra le autorità dell’Estonia e dell’Unione europea. I membri della ECCI rappresentano un modello ridotto delle società […]

Leggi tutto >

Camere giurisdizionali

Il Trattato di Nizza (art. 225 A del Trattato istitutivo della Comunità europea, TCE) ha introdotto una modifica strutturale del sistema giurisdizionale comunitario, prevedendo la possibilità di istituire le Camere giurisdizionali, da “affiancarsi” al Tribunale di primo grado (art. 220 TCE). La loro istituzione non è peraltro automatica, poiché la decisione in merito spetta al […]

Leggi tutto >

Carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori

La carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori è un documento dal carattere non vincolante proposto dalla Commissione Delors (v. Delors, Jacques) e adottato dal Consiglio europeo nel 1989, che fissa standard comunitari di protezione per i diversi aspetti della vita lavorativa. Nonostante misure di politica sociale fossero attive fin dai primi anni della […]

Leggi tutto >

Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea

Proclamata dai presidenti del Parlamento europeo, della Commissione europea e del Consiglio dei ministri il 7 dicembre 2000 in occasione del Consiglio europeo XX di Nizza, la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (UE) rappresenta il principale documento giuridico – di natura codificatoria e con funzione ricognitiva – contenente un complessivo elenco dei diritti, libertà […]

Leggi tutto >

Carta di Chivasso

Il 19 dicembre 1943, nella casa di Edoardo Pons a Chivasso, un gruppo di antifascisti di diversa provenienza – la Valle d’Aosta e le Valli valdesi – e di differente estrazione politica e religiosa, si diede convegno per definire un progetto di autonomia federale per le regioni alpine nel quadro di un’Europa federale: Émile Chanoux […]

Leggi tutto >

Centri di studio e di ricerca europei

Con il progredire dell’interesse da parte delle élites politiche e dell’opinione pubblica nei riguardi del processo di integrazione europea si è sviluppata una sensibilità crescente verso la creazione di centri di studio e di ricerca destinati ad approfondire tali tematiche. Questo processo ha inizio fin dall’immediato dopoguerra con la nascita a Ginevra del Centre européen […]

Leggi tutto >

Centri d’informazione europea

La denominazione “centri d’informazione europea” viene normalmente utilizzata per identificare quei centri istituiti a livello locale dalla Commissione europea. I centri di informazione europea costitui­scono il primo strumento adottato dalla Commissione per avvicinare l’Europa ai cittadini dei paesi membri con l’obiettivo di ridurre il controllo dell’informazione comunitaria detenuto dagli Stati membri. Allo stesso tempo, in […]

Leggi tutto >

Centro comune di ricerca

Caratteristiche e funzioni Il Centro comune di ricerca (CCR) ha il compito di condurre le “azioni dirette” di ricerca scientifica e tecnologica finanziate dal bilancio dell’Unione europea (UE). Funzione essenziale del CCR è anche la fornitura di consulenza scientifica e tecnica a sostegno delle politiche dell’Unione (v. Politica della ricerca scientifica e tecnologica); la sua […]

Leggi tutto >

Centro europeo delle imprese pubbliche

Il Centro europeo delle imprese pubbliche (CEEP), nato nel 1961, all’origine si presentava come l’organizzazione di rappresentanza degli interessi delle imprese di proprietà o a rilevante partecipazione pubblica. Con l’estendersi del processo di privatizzazione in Europa, oggi si definisce come l’organismo che riunisce le imprese e le organizzazioni imprenditoriali a partecipazione pubblica e le imprese […]

Leggi tutto >

Centro europeo di documentazione e informazione

Sin dall’indomani della Seconda guerra mondiale i primi passi del processo d’integrazione europea (v. Integrazione, metodo della) hanno una forte ripercussione nella Spagna franchista. La formazione di un nuovo esecutivo nel febbraio 1945 e il peso esercitato dalla famiglia cattolica del regime nella nuova compagine costituiscono un chiaro esempio di come Franco cercasse di creare […]

Leggi tutto >