image_pdfimage_print

Gerarchia degli atti comunitari

La Dichiarazione n. 16, allegata all’Atto finale di Maastricht del 7 febbraio 1992, quando fu approvato il Trattato sull’Unione europea (v. Trattato di Maastricht), così si esprimeva: «La Conferenza conviene che la Conferenza intergovernativa che sarà convocata nel 1996 esaminerà in che misura sia possibile riconsiderare la classificazione degli atti comunitari per stabilire un’appropriata gerarchia […]

Leggi tutto >

Gerarchia delle fonti

Gerarchia delle fonti nell’Unione europea Com’è noto, la gerarchia costituisce il criterio tradizionalmente utilizzato all’interno degli ordinamenti statali per ricondurre a un ordine il sistema delle fonti normative, nella consapevolezza che «determinando le proprie fonti l’ordinamento determina in ultima istanza se medesimo come ordinamento» (v. Crisafulli, 1960, p. 776). In virtù del criterio gerarchico, le […]

Leggi tutto >

Gioventù federalista europea

Nata nel marzo del 1951 come organizzazione giovanile del Movimento federalista europeo (MFE), la Gioventù federalista europea (GFE), sin dalle origini, ebbe come suo principale obiettivo la conquista delle nuove generazioni all’ideale della federazione europea (v. Federalismo). Il suo statuto ne definiva i rapporti col MFE, improntati da un lato alla necessità di uniformarsi all’azione […]

Leggi tutto >

Giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea

Nell’ambito dell’evoluzione del Diritto comunitario, ha giocato e continua a giocare un ruolo di assoluta rilevanza la Corte di giustizia delle Comunità europee (CGCE) (v. Corte di giustizia dell’Unione europea). Questa, attraverso una costante interpretazione giurisprudenziale, ha enucleato vari principi in merito ai rapporti tra diritto comunitario e diritto interno degli Stati. In particolare la […]

Leggi tutto >

Giustizia e affari interni

La locuzione “Giustizia e affari interni” (GAI) viene codificata, nel linguaggio giuridico e istituzionale europeo, dal Trattato istitutivo della Unione europea (UE), firmato a Maastricht nel febbraio 1992 (v. Trattato di Maastricht). L’espressione viene coniata per designare un policy field creato ex novo, che ha per oggetto appunto la «cooperazione nei settori della giustizia e […]

Leggi tutto >

Gruppi politici al Parlamento europeo

I gruppi politici sono organi costitutivi delle assemblee parlamentari che collegano e coordinano l’azione delle forze politiche con quella del Parlamento europeo (PE), creando un legame tra i cittadini e le Istituzioni comunitarie. In ambito comunitario, la formazione dei gruppi politici affonda le proprie radici nell’Assemblea comune della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA) […]

Leggi tutto >

Gruppo della sinistra europea e della sinistra verde nordica

Il 12 marzo 1969, deputati provenienti dal Partito comunista italiano (PCI) sedettero per la prima volta sui banchi del Parlamento europeo. Quando, nel 1973, anche i comunisti francesi entrarono a far parte dell’emiciclo di Strasburgo, fu creato il Gruppo comunista e apparentati, guidato all’inizio da Giorgio Amendola. Nel corso degli anni Ottanta, esauritasi l’esperienza dell’Eurocomunismo, […]

Leggi tutto >

Gruppo Trevi

Creato a Roma nel dicembre 1975 su proposta del ministro degli Esteri britannico James Callaghan, il Gruppo TREVI rappresentò il primo passo sulla strada della Cooperazione intergovernativa a livello europeo nei settori dell’immigrazione, del diritto d’asilo e della cooperazione giudiziaria e di polizia (v. anche Cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale), che ha […]

Leggi tutto >