image_pdfimage_print

Schema Gymnich (riunioni ministeriali “tipo Gymnich”)

Le riunioni ministeriali di tipo “Gymnich” o il “metodo Gymnich” sono incontri informali fra i ministri degli Esteri dei paesi membri dell’Unione europea (fino all’entrata in vigore del Trattato di Maastricht della Comunità economica europea) che si svolgono due volte all’anno nel paese che detiene la presidenza del Consiglio dei ministri. La prima riunione di […]

Leggi tutto >

Schengen

Introduzione L’Accordo e la Convenzione di Schengen inizialmente hanno per oggetto l’eliminazione dei controlli alle frontiere tra Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo e Olanda. Sia l’Accordo, firmato il 14 giugno 1985, sia la Convenzione (v. Convenzioni), firmata il 19 giugno 1990, vengono successivamente estesi a tutti i paesi membri dell’Unione europea (UE), con l’eccezione del Regno […]

Leggi tutto >

Scuola europea – (schola europaea)

Le Scuole europee, istituti pubblici di educazione creati dai governi degli Stati membri dell’Unione europea (UE), sono state all’origine istituite e regolate dal Protocollo intergovernativo “Statuto della Scuola europea”, firmato a Lussemburgo il 12 aprile 1957 e successivamente ratificato dai sei Stati membri della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA). La Convenzione (v. Convenzioni) […]

Leggi tutto >

Sedi istituzionali

I Trattati istitutivi delle Comunità europee (Comunità europea del carbone e dell’acciaio, CECA; Comunità europea dell’energia atomica, CEEA; Trattato costituivo della Comunità europea, TCE) (v. Trattato di Parigi; Trattati di Roma) non stabiliscono espressamente la sede delle Istituzioni comunitarie, ma demandano ai governi degli Stati membri il compito di fissare di comune accordo i luoghi […]

Leggi tutto >

Semplificazione dei Trattati

L’ottica della semplificazione dei Trattati adottata con Nizza Il problema della semplificazione dei Trattati è una questione abbastanza complessa. Lo dimostrano i dibattiti tra gli studiosi che oramai, su questo tema, si protraggono da decenni. A oggi, infatti, fanno parte del Diritto comunitario primario: il Trattato istitutivo della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), […]

Leggi tutto >

Semplificazione Legislativa

Obiettivo della semplificazione legislativa è quello di alleggerire le disposizioni legislative grazie all’applicazione dei principi di necessità e di proporzionalità (v. Principio di proporzionalità). La semplificazione è realizzata in via principale tramite la rifusione (v. Rifusione dei testi normativi), la codificazione (v. Codificazione dei testi normativi) e il Consolidamento dei testi legislativi. Nel 1992 il […]

Leggi tutto >

Serpente monetario

Antefatti storici: primi tentativi di regolamentazione dei rapporti in campo monetario Fin dalla fine della Seconda guerra mondiale si pose agli Stati dell’Europa occidentale il problema di regolare i loro rapporti in campo monetario in modo da evitare da un lato un ritorno alle pratiche di svalutazione competitiva e di restrizioni agli scambi prevalenti negli […]

Leggi tutto >

Servizi di interesse economico generale

L’art. 86 del Trattato di Roma (v. Trattati di Roma), al primo comma, afferma un’applicazione generalizzata della normativa del mercato e, in particolare, impone la sottoposizione alla disciplina concorrenziale dell’attività economica pubblica, equiparandola a quella privata. Al secondo comma prevede, però, una deroga con riguardo agli operatori economici (pubblici e privati) “incaricati” dello svolgimento di […]

Leggi tutto >

Servizio europeo per l’azione esterna

Il Servizio europeo per l’azione esterna (SEAE) è un organo dell’Unione europea entrato in funzione nel gennaio del 2011, con l’obiettivo di sostenere la conduzione dell’azione esterna dell’Unione. Il SEAE, considerato de facto il servizio diplomatico dell’UE, è posto sotto l’autorità dell’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza (v. Politica […]

Leggi tutto >

Simboli dell’Unione europea

La costituzionalizzazione dei simboli dell’Unione europea I simboli politici degli Stati (bandiera, emblema, motto, inno, moneta, festa nazionale) hanno segnatamente una funzione identitaria. Essi, anzitutto, cristallizzano l’identità nazionale facendola divenire tangibile; codificano, in altri termini, la natura soggettiva della nazione. Così come per gli Stati anche per l’Unione europea i simboli politici hanno una funzione […]

Leggi tutto >