Il Dizionario storico dell’integrazione europea (Dizie) è diviso in tre sezioni: la prima riguarda gli Stati membri dell’Unione europea, i paesi candidati all’adesione e quelli che hanno deciso di lasciare l’Unione; la seconda contiene un’ampia rassegna delle figure storiche e dei personaggi più rilevanti del processo di integrazione europea e della più recente vita politica dell’Unione europea; la terza infine riguarda le istituzioni, le normative e le politiche comunitarie

Paesi

La prima sezione contiene le voci che si riferiscono ai singoli paesi, volte a ripercorrere gli snodi fondamentali dell’iter di integrazione seguito da ciascuno di essi. Particolare attenzione è dedicata alla storia e ai dibattiti avvenuti in seno ai vari paesi, così come alle loro posizioni rispetto alle prospettive di allargamento e di integrazione.

Personaggi

La seconda sezione riguarda le biografie dei principali attori politici e diplomatici. Oltre alle vicende politiche e istituzionali dei padri fondatori delle Comunità europea, particolare attenzione è dedicata alle biografie di quei diplomatici, funzionari comunitari, uomini politici, intellettuali e pubblicisti, la cui storia personale si è variamente intrecciata con il processo di integrazione.

Istituzioni, normative e politiche europee

Nella terza sezione sono analizzati il funzionamento delle istituzioni, le normative e politiche comunitarie. Nelle voci ivi contenute, si ripercorrono i passaggi chiave che dai progetti di cooperazione internazionale hanno portato alla firma dei primi trattati e alle prime convenzioni. L’attenzione è rivolta quindi ai progetti di creazione di un’Assemblea costituente europea, alla nascita del Consiglio d’Europa e agli avvenimenti che hanno spinto gli Stati europei coinvolti a trasferire poteri e competenze a organismi sovranazionali. La nascita della Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA), il fallimento della Comunità europea di difesa (CED), i trattati della Comunità economica europea (CEE) e della Comunità europea dell’energia atomica (CEEA o EURATOM) costituiscono il filo conduttore della ricostruzione proposta. Essa, inoltre, prenderà in considerazione la fusione degli organi esecutivi di queste istituzioni nonché l’analisi del contesto storico in cui furono presentate le prime domande di adesione che portarono all’ampliamento del gruppo dei fondatori, fino a includere gli odierni candidati. Il significato delle elezioni a suffragio universale diretto del Parlamento europeo, l’entrata in vigore del Sistema monetario europeo (SME), la firma dell’Atto unico europeo (AUE), il trattato di Maastricht, i referendum sulle ratifiche del trattato sull’Unione europea (UE), il trattato di Amsterdam, i vertici di Nizza e Lacken, il trattato di Lisbona sono presentati nell’ambito di un prospetto unitario che permetterà al lettore di cogliere gli elementi di continuità e rottura, i progressi compiuti e le battute d’arresto nel lungo percorso della costruzione dell’Europa unita.

Complessivamente il dizionario comprende più di mille voci, per un totale di più di duemila pagine.