Il progetto del Dizionario storico dell’integrazione europea (Dizie), sostenuto dal Centro Studi sul Federalismo (CSF), dalla Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (LUISS) e dall’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, è finalizzato alla realizzazione di un’opera enciclopedica che attraverso più di mille lemmi fornisca un quadro sistematico della realtà attuale dell’Unione europea, ripercorrendone la storia, dalle origini fino ai nostri giorni.

Auspicio e obiettivo del Dizionario sono quelli di creare uno strumento capace di fornire chiavi di lettura semplici, ma scientificamente accurate, su un numero quanto più esauriente possibile di questioni, per facilitare l’approccio alle tematiche dell’Unione europea a un pubblico non specialistico, ma anche agli operatori culturali, siano essi giornalisti, insegnanti, professionisti, manager o altri soggetti che necessitano di conoscere le tematiche, le istituzioni e le politiche europee. In ogni caso, l’ampiezza del quadro sistematico di notizie, che abbraccia discipline differenti e offre tra esse una correlazione nei diversi ambiti della storia, dell’economia, delle istituzioni e del diritto, risulterà certamente utile anche ad un pubblico di specialisti.

Le voci saranno generalmente accompagnate da una bibliografia essenziale, che offrirà al lettore un’immediata possibilità di approfondimento. Il modello del Dizionario storico dell’integrazione europea si avvicina a quello dei dizionari Fayard per epoche storiche, almeno nella dimensione e nella scansione delle sue diverse sezioni. Per questo la parte storica del dizionario acquista un particolare significato con riferimento all’analisi dell’evoluzione della struttura istituzionale e del diritto comunitario vigenti in Europa ed in continua trasformazione.

Oltre al contenuto storico di sicuro interesse, il Dizionario intende offrire al proprio pubblico anche una riflessione costante sui temi europee. Per questo motivo e per ovviare all’inconveniente dell’alternarsi delle cariche istituzionali e delle figure di riferimento, per contrastare il mutare delle situazioni e degli assetti politici, giuridici, economici e istituzionali dell’Unione europea si è scelto di pubblicare online, su un apposita piattaforma collegata alla Casa Editrice Rubbettino, i contenuti del Dizionario, volendo con ciò permettere ai suoi operatori di aggiornare e adattare più rapidamente le voci riportandone le informazioni contenute il più vicino possibile all’attualità. Per cui il Dizionario è un’opera in continua evoluzione e formazione.